Cosa vedere a San Felice Circeo

porto san felice circeo
San Felice Circeo ha un territorio contraddistinto in maniera netta: una parte pianeggiante e il promontorio del Circeo. Questo appare da Anzio come il profilo di un volto di una donna sdraiata, volutamente identificata come la maga Circe. La pianura sottostante il promontorio, invece, è costituita da sabbie sommerse, bonificate durante il periodo fascista. Varie testimonianze danno per certo che il promontorio in epoca quaternaria fosse un’isola. San Felice Circeo cosa vedere?

Chi non conosce la leggenda della maga Circe

omero-ulisse-circeo

Qui viveva questa straordinaria maga che riusciva a tenere legati a sé tutti gli uomini, facendolo loro dimenticare impegni, patria, famiglia. Omero ci racconta che gli uomini di Ulisse furono trasformati in porci da Circe. Lo stesso Ulisse non riuscì prima di un anno a liberarsi dall’incantesimo della maga. Il suo nome oltre a dare il toponimo al promontorio diventò con il tempo per antonomasia una tipologia del femminile, la donna che irretisce gli uomini. Appunto la circe.

San Felice Circeo cosa vedere : la piazza

centro storico san felice circeo

Varcata una porta, detta il “ponte”, perché nell’antichità chiusa da un ponte levatoio, si giunge nella Piazza Vittorio Veneto. Qui si impone la mole della Torre Templare e del Convento Templare. Infatti, Papa Gregorio IX nel 1240 aveva dato la rocca di San Felice Circeo ai Cavalieri dell’Ordine dei Templari. Questi dovevano difendere il litorale dagli attacchi dei pirati algerini e tunisini. Il vostro sguardo sicuramente cadrà sul caratteristico orologio posto sulla torre. Il principe Poniatowsky, agli inizi dell’Ottocento lo volle lì dopo averlo fatto togliere dal portone d’ingresso del palazzo baronale.

 San Felice Circeo cosa vedere : il centro storico

centro storico circeo

E’ un borgo medioevale con locali, ristorantini e belvedere meravigliosi. Slarghi propongono facciate di chiese come la parrocchiale di San Felice Martire e di Santa Maria degli Angeli e la Chiesa dell’Immacolata. Inoltre vi è un giardino pubblico che è tra i più belli della Riviera di Ulisse: il Parco di Vigna la Corte. Un’antica vigna circondata di piante mediterranee, rosmarino ed aranci, che si affaccia sul Golfo di Gaeta e le Isole Pontine. Dopo molti anni di incuria e di abbandono un progetto di recupero e salvaguardia ha recuperato l’intera area.  Cosa vedere a San Felice Circeo? Visitate questo splendido giardino rimarrete incantati dal panorama. Se passate di lì d’estate noterete che si trasforma in un luogo in cui si susseguono quotidianamente manifestazioni ed eventi.

San Felice Circeo cosa vedere : le grotte

san felice circeo grotta azzurra

Nelle pareti a strapiombo sul mare del promontorio del Circeo si aprono grotte piene di una bellezza incantevole, come quella di Fossellone, e dell’Impiso si raggiungono via terra, lungo sentieri di trekking segnati e semplici. La grotta Azzurra, che con la bassa marea si colora di un blu fluorescente, si raggiunge nuotando per pochi metri dalla Grotta delle Capre. La Grotta Guattari, invece si trova all’interno di un’area privata. E’ visitabile solo in occasioni speciali. Molto famosa in quanto in essa fu trovato un cranio attribuibile all’homo neanderthalensis.

San Felice Circeo cosa vedere : la statua sommersa del Cristo del Circeo

cristo del circeo statua sommersa

Amate le immersioni? Non potete perdervi la statua del Cristo del Circeo, al largo di Punta Rossa, nel fondale dei Sicchitella. E’ un simbolo marino del promontorio. La statua, ancorata ad un basamento di cemento armato è visitata ogni anno da migliaia di appassionati subacquei. Davanti alla statua del Cristo, sott’acqua sono stati celebrati alcuni matrimoni. Una location, dicono, molto suggestiva.

San Felice Circeo cosa vedere : le spiagge

san felice circeo spiaggia

Le spiagge sono tra le più belle del litorale laziale, con una sabbia molto fine ed acque trasparenti. il Circeo infatti è da sempre il luogo preferito dai Romani per le vacanze estive. Anche un fine settimana può essere l’ideale se volete fuggire dalla calura cittadina. Gli stabilimenti balneari di San Felice Circeo, Sabaudia, Torre Paola, vi aspettano con le loro attrezzature ma soprattutto con le specialità di pesce, preparate con il pescato del giorno.

San Felice Circeo cosa vedere : l’acropoli

acropoli archeologia circeo

Nella località Crocette, a 3 chilometri dal centro di San Felice Circeo potrete ammirare l’antica Acropoli dei Circeii (anno mille a.C.), che con le sue mura megalitiche, ben visibili, proteggeva la popolazione locale dagli assalti dei Volsci.  Distogliete lo sguardo dai blocchi di arenaria, la vista è mozzafiato riuscirete a vedere fino al Golfo di Gaeta e a quello di Napoli.

 San Felice Circeo cosa vedere : il faro

porto e faro san felice circeo

Una passeggiata fuori da San Felice Circeo è d’obbligo per vedere da vicino il Faro di Capo Circeo. Fu costruito nel 1866, durante il pontificato di Pio IX, in conformità ad un progetto dello stesso Papa. Il faro si trova sul versante del Promontorio chiamato Quarto Caldo e fino a non molto tempo fa ospitava personale civile addetto al controllo del Faro stesso. La vista è suggestiva e non vi pentirete della fatica per raggiungerlo.

 Scopri San Felice Circeo con la guida abilitata di CiceroGO Raphael Oberlander

Storica dell’arte, autrice di diverse pubblicazioni in materia di beni culturali, ha una lunga esperienza nella gestione dei patrimoni culturali di diverse istituzioni pubbliche e private nonché nel coordinamento delle attività di fondazioni e centri studi e ricerche

candida.carrino@cicerogo.com – redazione.itinerartis@cicerogo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato