Con gli occhi di Ulisse

riviera di ulisse sperlonga
Posted by Candida Carrino Category: Tour Tag: ,
Uno dei tratti più belli della costa italiana è la Riviera di Ulisse. Spiagge di sabbia fine si alternano a promontori rocciosi. Scogli nascondono grotte e anfratti unici nel loro genere. Il mare è insignito da anni delle Bandiere Blu. I fondali offrono un’incredibile varietà di pesci di numerose specie. La costa coperta dalla macchia mediterranea presenta alcune specie arboree rare.

mare roccia riviera di ulisse

Riviera di Ulisse

E’ un territorio ricco di testimonianze storiche e archeologiche, non a caso i toponimi evocano personaggi leggendari. Nell’antica Roma la Riviera di Ulisse era considerata dai patrizi una delle mete più esclusive e rilassanti. Se ancora tutto questo non basta, una passeggiata in questi luoghi vale la pena farla non altro per assaggiare i piatti di antiche tradizioni enogastronomiche.

Questo il mix suggestivo tra storia, magia e natura che rende questi luoghi intensamente affascinanti.

riviera di ulisse

Gaeta : dove si trova

Venendo da sud la prima città della Riviera di Ulisse che si incontra è Gaeta.

 Gaeta : cosa vedere

Senza dubbio la sabbia molto chiara e sottile è la caratteristica di Gaeta. Ma la peculiarità è il vento, ideale per praticare il windsurf e il kitesurf.

E se non si ha voglia di mare? La città offre molto. Il centro storico di Gaeta presenta una stratificazione di monumenti ed edifici che raccontano la storia di questa cittadina. Il Castello Angioino Aragonese dominano il Golfo di Gaeta, mentre case modeste di diverse epoche si susseguono nelle strette vie del centro storico. Ancora da vedere a Gaeta:

riviera di ulisse

Sperlonga : dove si trova

Sperlonga è posta al centro della Riviera di Ulisse, le sue spiagge sono divise tra la Riviera di Levante e la Riviera di Ponente al centro di esse la Torre Truglia. Lungo la Riviera di Ulisse vi è un complesso di fortificazioni costituito da torri costiere. Nella zona di Sperlonga ve ne sono circa una ventina.

Sperlonga : cosa vedere

Il centro storico di Sperlonga è uno dei borghi più belli d’Italia, viuzze e slarghi si alternano facendo intravvedere di tanto in tanto il blu del mare. Non solo, uno dei parchi archeologici più suggestivi d’Italia si trova qui. La villa di Tiberio e la grotta di Tiberio con annesso museo valgono la sola visita a questa città incantevole. Inoltre, le sue acque chiare e la sabbia candida attirano il turismo da tutta Europa. A Sperlonga vale la pena vedere ancora:

 

riviera di ulisse

San Felice Circeo : cosa vedere

Chiude la Riviera di Ulisse San Felice al Circeo con spiagge belle e ideali per praticare sport nautici. Il borgo di San Felice Circeo è una delle località balneari della provincia di Latina più visitate e frequentate. Qui si viene per il mare: le spiagge, le grotte marine del promontorio del Circeo rendono San Felice Circeo una meta scelta da molti. Inoltre, le acque del promontorio del Circeo custodiscono la preziosa statua sommersa del Cristo del Circeo. Oggi è una meta subacquea che attrae numerosi turisti appassionati di immersioni e di storia. Il borgo ha le caratteristiche di un piccolo centro marittimo: case bianche, vicoli suggestivi. Attraverso una porta, dove anticamente vi era un ponte levatoio, si accede alla Piazza Vittorio Veneto, dove predominano la Torre Templare e il Convento Templare. Ancora da vedere a San Felice Circeo:

riviera di ulisse

 Scopri la Riviera di Ulisse con la guida abilitata di CiceroGO Raphael Oberlander

Storica dell’arte, autrice di diverse pubblicazioni in materia di beni culturali, ha una lunga esperienza nella gestione dei patrimoni culturali di diverse istituzioni pubbliche e private nonché nel coordinamento delle attività di fondazioni e centri studi e ricerche

candida.carrino@cicerogo.com – redazione.itinerartis@cicerogo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato