Ajamola Ajamola

tavolini piazza di marzamemi
Posted by Candida Carrino Category: Tour Tag:
Se andate per mare con un barchino davanti al borgo marinaro di Marzamemi e chiudete gli occhi sicuramente sentirete le voci degli uomini che cantavano durante la mattanza dei tonni un canto antico, la Cialoma.

tonnara e cialoma a marzamemi

Un canto popolare, tra il sacro e profano, le cui origini si perdono nella notte dei tempi, tramandato di padre in figlio per generazioni. I tonnaroti, invocando Dio, la Madonna e i Santi per poter godere di una ricca pesca, con questo canto scandivano il ritmo dei loro movimenti. La buona riuscita della mattanza imponeva un coordinamento d’insieme del gesto lavorativo e, quindi, l’assunzione di una inderogabile cadenza ritmica collettiva.

Cosa vedere a Marzamemi : il borgo marinaro

la piazza di marzamemi

Marzamemi è nata interamente intorno ad un antichissimo luogo, impiantato dagli Arabi per la pesca dei tonni, forse intorno all’anno 1000. Il borgo marinaro così come lo vediamo oggi, però, risale al Settecento quando la famiglia Villadorata ampliò la tonnara e costruì la chiesa di San Francesco di Paola e le case dei pescatori.

Girate per i vicoli, le finestre colorate vi guardano ammiccanti e all’improvviso si apre davanti a voi la piazza, con il palazzo del Principe di Villadorata e le casette dei pescatori. Queste costituiscono la circonferenza e danno al paesaggio un aspetto di grande simmetria. La più caratteristica è la casa del Forno, probabilmente l’antica panetteria del paese.

Cosa vedere a Marzamemi : la tonnara

Ma poi vi aspetta la tonnara di Marzamemi con il suo carico di accadimenti e storie. Di nuovo riecheggiano nelle vostre orecchie i suoni degli uncini ferrati, coltelli, mannaie, strumenti con i quali gli uomini tagliavano, sventravano, evisceravano, bollivano e inscatolavano il pescato.

la tonnara esterni in acqua

La parte più bella è la loggia, che originariamente serviva da ricovero alle grandi barche da pesca.

Le spiagge di Marzamemi

Senza dubbio la più frequentata è la spiaggia di San Lorenzo. Si trova appena fuori il confine della riserva di Vendicari. Presenta, infatti, le stesse caratteristiche ambientali della riserva. L’ampia spianata di sabbia ospita un gran numero di stabilimenti balneari ben attrezzati, adatti alle famiglie con bambini. Il mare è azzurro e cristallino e il fondo di sabbia degrada dolcemente.

sabbia bianca e mare trasparente

La spiaggia di Spinazza è situata a nord del borgo marinaro. Raggiungibile a piedi dal centro è anch’essa sabbiosa. Legambiente ha attribuito le 4 vele al mare davanti a questa costa.

Sul versante sud di Marzamemi vi è la spiaggia del Cavettone. Lungo di essa strutture rocciose fanno la felicità degli appassionati di immersioni e snorkeling in quanto la vegetazione e la fauna marina sono davvero uniche.

Shurùq

In primavera e in autunno non è difficile incontrarlo, lo scirocco, il vento caldo che proviene da Sud-est, dalla vicina Africa. Oltre a scaldare le notti marzamemine porta con sè quella voluttà orientale, che mentre guardiamo il cielo stellato ci fa sentire dall’altra parte del Mediterraneo.

Ma scirocco o non scirocco la casa di produzione del Martini ha scelto la piazza di Marzamemi come location per girare il nuovo spot per il mercato americano. Il posto più cool per l’happy hour oggi è qui. Vi sembra un caso?

set film tavolini

Riserva di Vendicari

Non si può evitare di trascorrere almeno una giornata nella Riserva di Vendicari. Spiagge incontaminate si susseguono, in uno dei tratti costieri più belli dell’intera Sicilia. La spiaggia Eloro, alla foce del fiume Tellaro, presenta le rovine di un antica villa romana ricca di straordinari mosaici. La caletta di Cala Mosche, invece, è caratteristica per le molteplici grotte da esplorare.

spiaggia eloro

Altra spiaggia bellissima è quella della Tonnara, sulla quale vi sono due costruzioni risalenti al periodo bizantino. Una delle due per tanti anni è stata adoperata per la pesca e la lavorazione del tonno. Per chi non si fa spaventare da impervi scalini, vi è la spiaggia della Cittadella. Vale la pena faticare un po’, l’aspetto selvaggio della vegetazione vi lascerà incantati.

Come arrivare a Marzamemi

Appena prima di Capo Passero, la punta più a Sud della Sicilia, Marzamemi si raggiungeva con la ferrovia che collegava Siracusa a Noto. L’impianto, funzionante fino al 1985 era quello geograficamente più a sud della nazione. Un viaggio interessante in sé. Infatti, la linea ferroviaria costeggiava il territorio della Riserva di Vendicari. Oggi bisogna arrivarci o con la linea di autobus che partono anche dall’aereoporto di Catania o in macchina.

Dove: Marzamemi, Pachino – Siracusa – Italia

Scopri Marzamemi e la Riserva di Vendicari con le guide abilitate di CiceroGO  Adriana Falcone Federica Mangiafico

Scopri la tonnara di Marzamemi con la guida abilitata di CiceroGO Corrado Crispino

Storica dell’arte, autrice di diverse pubblicazioni in materia di beni culturali, ha una lunga esperienza nella gestione dei patrimoni culturali di diverse istituzioni pubbliche e private nonché nel coordinamento delle attività di fondazioni e centri studi e ricerche

candida.carrino@cicerogo.com – redazione.itinerartis@cicerogo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato