Genova per noi ….

città di genova
Posted by Candida Carrino Category: Tour Tag: , ,
Genova negli ultimi anni ha puntato molto sulla nuova zona portuale e sull’acquario più grande d’Italia. L’idea di Renzo Piano era quella di ristabilire il legame tra il porto e la città storica, creando un varco aperto alle culture, agli incontri attraverso attività ludiche e commerciali. Cosa vedere?

città di genova

Genova cosa vedere : il centro storico

E’ uno dei più grandi d’Europa nonostante sia incassato tra la montagna e il mare. Un insieme compatto di strade, caruggi e creuze per riscoprire una città che a giusta ragione vuole ritagliarsi una vocazione turistica pari a quelle delle più note città d’arte del nostro Paese.

Gli stili architettonici si sovrappongono: il muro medievale fa da base ad un edificio del quattordicesimo secolo, loggiati gotici sono oggi trasformati in locali alla moda. Le case testimoniano l’eterna lotta dei Genovesi di ricavare spazi e locali in un territorio compresso.

città di genova

Il tempo pare essersi fermato, palazzi nobiliari, splendide chiese, slarghi e piazzette. Inoltre, quasi ad ogni incrocio vi guarda dall’alto una magnifica edicola votiva. Pensate che venivano donate dalle antiche corporazioni per illuminare le strade di notte.

Genova cosa vedere : la Strada Nuova

Sono un esempio eccezionale d’insieme urbano di grande valore architettonico. Illustrano l’economia e la politica della città mercantile di Genova all’apice del suo potere nel XVI e XVII secolo. In questo periodo, i nobili genovesi fanno progettare e costruire una serie di palazzi fastosissimi nella Strada Nuova, oggi via Garibaldi. Una strada creata dal nulla come teatro della loro magnificenza. Infatti, rinnovarono in tempi brevi tutte le residenze familiari, che già esistevano nel centro storico della città.

città di genova

La ricchezza e lo sfarzo delle dimore gentilizie fanno toccare con mano la vita di una città di armatori, mercanti e banchieri. Questi uomini erano in grado di dare alla Repubblica Marinara un ruolo di assoluta predominanza politico-commerciale sull’intero Mar Mediterraneo, importante crocevia di principi e sovrani, diplomatici e autorità ecclesiastiche.

Genova cosa vedere : i Palazzi dei Rolli

Lo splendore dei palazzi dalle magnifiche facciate con decorazioni in stucco, marmo o dipinte, atri grandiosi, splendidi giardini con fontane e ninfei dà vita ad un sistema particolare di ospitalità pubblica.

Viene istituito un elenco ufficiale dei palazzi di pregio, i Rolli, e si obbligano i loro proprietari a ospitare, sulla base di un sorteggio pubblico, le alte personalità che si trovavano a Genova in visita di Stato. Chiaramente in conformità all’ospite in visita, il sorteggio avveniva tra i palazzi. Essi erano catalogati sulla base della loro magnificenza oltre che nella struttura anche per gli interni dotati di grandi saloni affrescati, sontuosi arredi, pregiate collezioni, ricche quadrerie.

L’UNESCO nel 2006 ha dichiarato la Strada Nuova insieme a 42 palazzi aristocratici, un esempio eccezionale d’insieme urbano di grande valore architettonico. Il nucleo illustra l’economia e la politica della città mercantile di Genova all’apice del suo potere nel XVI e XVII secolo.

Alcuni palazzi appartengono ancora oggi a privati e, quindi, sono aperti al pubblico solo in momenti particolari dell’anno. Invece, molti di essi sono diventati sedi di banche o uffici, alcuni sono diventati musei.

 Genova cosa vedere : Palazzo Spinola di Pellicceria

Ospita la Galleria Nazionale di palazzo Spinola, ed è un eccezionale esempio di dimora barocca genovese, che conserva la decorazione, la quadreria ed il mobilio originali.

città di genova

E’ una tappa obbligata per comprendere le caratteristiche precipue dei palazzi genovesi tardo cinquecenteschi, riconoscibili nel sistema atrio-scala, nel cortile interno e nel loggiato. L’interno è un incanto, un vortice di decorazioni che vi prende.

La particolarità di questo palazzo è di essere stato una dimora storica e di aver conservato, almeno nei due primi piani, la disposizione interna di una casa gentilizia privata, con i suoi arredi d’epoca e le sue opere. I proprietari, i marchesi Spinola, al momento della donazione allo Stato italiano, imposero la clausola che la natura dell’abitazione privata doveva rimanere inalterata. E così è stato. Il percorso espositivo dei primi due piani è meraviglioso.

città di genova

Non potete perdere la Galleria degli Specchi del secondo piano, rimasta come la arredò Maddalena Doria Spinola nel XVIII secolo.

città di genova

La visita però non può trascurare la cucina, con i suoi focolari e i lavelli di marmo, e la sala da pranzo con gli arredi ottocenteschi.

 Genova cosa vedere : Palazzo Rosso

città di genova 

Un singolare percorso museale dedicato all’arte antica collega le tre storiche dimore di proprietà comunale. Nel Palazzo Rosso, nobile dimora ornata da affreschi dei maggiori pittori del Seicento ligure e da preziosi arredi, è esposta una ricca quadreria. Essa comprende dipinti raccolti nell’arco di più di due secoli dalla nobile famiglia Brignole-Sale.

Genova cosa vedere : Palazzo Bianco

città di genova

A Palazzo Bianco si può ammirare un’importante raccolta di pittura genovese, italiana e europea dal XVI al XVIII secolo. Accanto ad autentici capolavori di artisti italiani (Caravaggio, Veronese), fiamminghi (Hans Memling, Gerard David, Jean Provost, Rubens, Van Dyck), olandesi (Steen), francesi (Vouet, Lancret) e spagnoli (Zurbaràn, Murillo), spicca, infatti, una vasta rassegna di pittura genovese dal Cinquecento al Settecento (Cambiaso, Strozzi, Piola, Magnasco).

Genova cosa vedere : Palazzo Doria Tursi

città di genova

Costruito nel Secolo dei Genovesi, Palazzo Doria Tursi, oltre a ospitare le sale di rappresentanza del Sindaco, accoglie l’espansione della Galleria di Palazzo Bianco. Nelle sale monumentali, pezzi celeberrimi come il Guarneri del Gesù, violino appartenuto a Paganini. Inoltre vi è una esposta la raccolta delle monete, dei pesi e delle misure ufficiali dell’antica Repubblica di Genova.

Genova cosa vedere : Annunziata di Portoria o S. Caterina da Genova

Il complesso dell’Annunziata di Portoria è eretto dai Minori Osservanti nel 1488 su un edificio iniziato nel 1422 e adiacente all’Ospedale di Pammatone. Dal 1977 il convento è sede del Museo dei Beni Culturali Cappuccini e la cappella sacello è utilizzata come sala polivalente per mostre, convegni e concerti.

Genova cosa vedere : Museo Palazzo Reale di Genova

Quello che chiamiamo oggi Palazzo Reale è in realtà una grande dimora patrizia edificata, accresciuta nel tempo e decorata con splendore, oltre che dai Savoia nell’Ottocento, da due grandi dinastie genovesi: i Balbi e i Durazzo. Il palazzo è forse il più vasto complesso architettonico sei-settecentesco a Genova che abbia conservato intatti i suoi interni di rappresentanza.

genova cosa vedere

 Genova cosa vedere : Museo diocesano – Arcidiocesi di Genova

Il Museo Diocesano offre l’occasione per un approfondimento nella conoscenza della città, attraverso la riscoperta di opere che documentano le vicende della Chiesa genovese. Manufatti artistici, reperti archeologici di epoca romana e materiali lapidei, raccolti nei suggestivi ambienti sotterranei, illustrano la storia più remota del sito.

Genova cosa vedere : Museo di chimica di Genova

Un primo nucleo del Museo di Chimica può considerarsi costituito da diverso materiale  nel corso di più di 150 anni. E’ costituito da strumenti, vetrerie, destinati sia alla ricerca che alla didattica. Interessanti sono, per esempio, diversi piccoli apparecchi usati per illustrare, a lezione, lo svolgimento di alcuni esperimenti cruciali.

Genova cosa vedere : Museo e orto botanico dell’Università di Genova

Il Museo e Orto Botanico dell’Università degli Studi di Genova è inserito nel DIPTERIS – Polo Botanico Hanbury (gia’ Istituto e Orto Botanico). Il Museo Botanico eè all’interno dell’edificio costruito con il contributo di Thomas Hanbury nel 1862 in Genova. L’Orto Botanico s’estende per circa un ettaro intorno all’edificio stesso.

genova cosa vedere

Genova cosa vedere : Biblioteca di Genova

La Biblioteca di Genova è la biblioteca centrale del Sistema Bibliotecario Urbano del Comune di Genova. Importante per storia, vastità e unicità delle collezioni, dimensione degli spazi, si trova nella sede restaurata dell’antico Seminario dei Chierici, al centro della città.

Genova cosa vedere : Archivio di Stato di Genova

L’ Archivio di Stato di Genova fu istituito nel 1817 per custodire i documenti della Compagnia Communis e della Repubblica di Genova: l’Archivio Segreto, l’Archivio Palese, gli archivi delle magistrature minori e quello dell’Eccellentissima Camera.

Genova cosa vedere : Centro di documentazione per la Storia, l’arte e l’immagine di Genova

Il Centro di Documentazione di compone di tre sezioni: 1) biblioteca di Storia dell’Arte (specializzate in archeologia della Liguria, storia dell’arte Genovese, ligure e italiana dall’XI al XIX secolo); 2) collezione cartografica e topografica; 3) archivio fotografico (la più grande raccolta fotografica pubblica della Liguria, ricca di oltre 200.000 immagini fotografiche relative a Genova e alla Liguria).

Storica dell’arte, autrice di diverse pubblicazioni in materia di beni culturali, ha una lunga esperienza nella gestione dei patrimoni culturali di diverse istituzioni pubbliche e private nonché nel coordinamento delle attività di fondazioni e centri studi e ricerche

candida.carrino@cicerogo.com – redazione.itinerartis@cicerogo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato