Villa della Regina: une maison de campagne

facciata esterna torino villa regina
Posted by Candida Carrino Category: Posti da visitare Tag: ,
La Villa della Regina è situata sulla collina di Torino. Secondo il progetto originale, la villa avrebbe dovuto essere una sontuosa residenza di campagna, con tanto di vigneti. L’idea era quella di una stretta connessione con Torino. Dall’inizio del Seicento la Villa costituisce il fondale scenografico della città oltre il Po. Infatti, dai suoi giardini è possibile ammirare il panorama che si estende dal fiume fino alla corona delle Alpi.

villa della regina

Villa della Regina : maison de campagne

Lo Stato non poteva non intervenire dopo l’abbandono. Oggi è un piacere visitare questo splendido complesso, che presenta un’unitarietà unica tra vigna, villa con i padiglioni aulici, grotte, giochi d’acqua nei giardini e nel parco e le zone di servizio ed agricole.

villa della regina

All’interno dell’affascinante edificio seicentesco in stile barocco numerose tele di artisti come Daniel Seyter, Giovanni Battista Crostato, Corrado Giaquinto e Giuseppe Dallamano. Di particolare bellezza, però, sono gli splendidi gabinetti cinesi in legno laccato e dorato.

villa della regina

Villa della Regina : una connotazione al femminile

 Omen nomen. Non è un caso. La caratteristica di Villa della Regina, che ha fatto da filo rosso nei secoli è la presenza delle donne, protagoniste della Villa. Essa è stata per secoli la residenza di molte sovrane sabaude.

Costruita dal principe Maurizio di Savoia agli inizi del ‘600, è la moglie Ludovica che si cura di ampliare fabbricati e giardini, aggiornando decorazioni e arredi. Infatti, il primo nome della villa fu “Villa Ludovica”, proprio perché divenne la residenza personale di Ludovica di Savoia. Nel 1692 passa ad Anna Maria d’Orleans, moglie di Vittorio Amedeo II, che amava trascorrere il proprio tempo nella villa, soprattutto per seguire l’educazione dei figli.

villa della regina

Quando Vittorio Emanuele II nel 1868 donò la residenza pensò ancora ad una destinazione femminile, dandola all’Istituto per le Figlie dei Militari.

Villa della Regina : il salotto letterario

Parlare di salotto, come per una comune casa borghese sarebbe riduttivo.  I salotti è il termine giusto. Maurizio di Savoia fece della Villa della Regina un luogo di incontro di accademici e intellettuali. Nei numerosi salotti si discuteva di arte, scienza, filosofia e matematica, come ormai era in uso in tutta l’Europa. Pensate che nel padiglione dei Solinghi, una costruzione a due piani a forma di pagoda nel giardino retrostante si riuniva l’Accademia dei Solinghi, un circolo di intellettuali fondato proprio da Maurizio di Savoia.

Scopri cosa vedere a Torino e a Villa della Regina con la guida abilitata di CiceroGO Gabriella Tesio

Villa della Regina : orari

 lunedì chiuso
martedì dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso 17.00)
mercoledì dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso 17.00)
giovedì dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso 17.00)
venerdì dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso 17.00)
sabato dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso 17.00)
domenica dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso 17.00)

 Villa della Regina : indirizzo

 Strada S. Margherita, 79 – 10131 Torino

villa della regina

Storica dell’arte, autrice di diverse pubblicazioni in materia di beni culturali, ha una lunga esperienza nella gestione dei patrimoni culturali di diverse istituzioni pubbliche e private nonché nel coordinamento delle attività di fondazioni e centri studi e ricerche

candida.carrino@cicerogo.com – redazione.itinerartis@cicerogo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato