Matera : Capitale europea della Cultura 2019

matera capitale della cultura panorama
Matera capitale della cultura 2019 contemporaneamente alla città di Plodvid in Bulgaria. Dopo 15 anni, quando lo è stata Genova, l’Italia ha di nuovo una capitale della cultura : Matera.

Programma della Fondazione Matera

La Fondazione di Matera ha presentato un calendario di eventi basato su 5 temi principali.

Matera capitale della cultura 2019

Futuro remoto: per ragionare sul rapporto dell’umanità con lo spazio e le stelle

Partendo da Pitagora, uno dei primi esploratori dell’universo matematico, si tenta di analizzare e ripercorrere il millenario rapporto dell’umanità con il mondo circostante, terreno e cosmico. Questo dialogo è sicuramente più intenso in luoghi che accompagnano l’uomo verso una spiritualità. Infatti, concerti, visite sono stati organizzati nelle chiese rupestri e nel Centro di Geodesia Spaziale. L’intento è quello di prospettare nuovi modelli di vita nella società futura.

matera capitale della cultura

Matera capitale cultura 2019

Continuità e rotture: per interrogarsi sulle varie forme di vergogna a livello europeo

La città si confronta con le tematiche europee più attuali. Razzismo, disuguaglianze sociali, flussi migratori di disperati provenienti dall’Africa e all’Asia. Nonostante siano trascorsi 25 anni dal riconoscimento dei Sassi di Matera quale Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, Matera non riesce ancora a definire la propria identità urbanistica. La sfida è quella di far scoprire la bellezza non solo nell’arte o nei musei ma anche in tutti i luoghi che abitiamo e viviamo nel nostro quotidiano.

matera capitale della cultura

Matera capitale cultura 2019

Riflessioni e connessioni: il valore del tempo e della lentezza

“Festina lente” (affrettati lentamente): la riflessione che si auspica di fare è quella sul valore che noi moderni diamo al tempo. Prendere coscienza che il ritmo accelerato della società moderna comporta un’assenza del ripensare le cose ab imis, costringendoci in una provvisorietà legata alla quotidianità. L’ambiente fisico di Matera sembra essere il luogo più adatto per tali passaggi.

Matera capitale cultura 2019

Utopie e distopie: per una sfida ai preconcetti

L’intento è quello di liberarsi dai preconcetti riguardo le possibilità che le città del Sud hanno di riscoprire una loro identità, attraverso la quale costruire percorsi che possano innescare nuove economie. Il turismo, la tecnologia, la cultura industriale e l’enogastronomia per il Sud sono preconcetti? Matera risponderà utilizzando lo sport quale metafora per immaginare percorsi alternativi.

matera capitale della cultura

Matera capitale cultura 2019

Radici e percorsi: in tema di mobilità

La Basilicata è stata sempre una terra di incontri e di convergenze di genti e culture diverse, proprio perchè terra di passaggio. L’istinto al movimento, infatti, è identitario nel quotidiano di Matera, sin dalla tradizione della “transumanza”, che ogni anno vede le mandrie di bestiame attraversare la Murgia. Da un pò di anni la Basilicata è attraversata da un movimento di ritorno di immigrazione dei suoi abitanti che ritornano alla riscoperta dei valori della loro terra.

matera capitale della cultura

Sta accendendo i motori per quest’anno che si appropinqua. Un riscatto meritato per tutto il lavoro affinchè il patrimonio artistico venisse ufficialmente riconosciuto insieme a i Sassi di Matera.

Una consacrazione che non fa che confermare ciò che i Lucani, e non solo, sanno già: Matera è una città unica, fragile e meravigliosa, un gioiello da scoprire e imparare ad amare.

matera capitale della cultura interno chiesa

La cattedrale di Matera capitale della cultura 2019

Lo stesso Duomo romanico, risalente al XIII secolo, infatti, sorge sul Rione Castelvecchio che è la parte più alta della Civita e si trova tra i sassi di Matera. La cattedrale, non a caso, è stata costruita lì, sui resti di un antico monastero dell’ordine dei Benedettini di Sant’Eustachiopatrono della città di Matera. Sin dal 1627 il suo nome è la Cattedrale della Madonna della Bruna e di Sant’Eustachio,luogo di visita del papa Giovanni Paolo II nel 1991.

matera capitale della cultura cattedrale santa maria della bruna e di sant'eustahio

Nel Rione Civita di Matera, oltre al Duomo, di notevole interesse sono le numerose torri erette a sua difesa. Tra queste vale la pena ricordare la torre Matellana, dal lato del Sasso Barisano, e la torre Quadra, dal lato del Sasso Caveoso. I Sassi di Matera, a quell’epoca erano considerati null’altro che luoghi di sepoltura esterni alle mura della città di Matera.

Desideriamo accompagnarti alla scoperta del Paese più bello del mondo. Ti presenteremo luoghi e itinerari con gli occhi dei turisti italiani e stranieri che visitano l’Italia e con le conoscenze delle Guide autorizzate che li accompagnano. Con gli uni e le altre ITINERARTIS è quotidianamente in contatto.

Vogliamo favorire la conoscenza del patrimonio culturale italiano, nelle sue infinite declinazioni, per aumentarne la fruizione facendo leva sulla trasmissione delle identità locali e sulla valorizzazione delle risorse di tutti i territori.

scrivi alla redazione.itinerartis@cicerogo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato