Foro Romano. Da palude a centro politico

foro romano
Il Foro Romano è l’area di Roma a valle dei colli Palatino e Campidoglio. Alle origini era un’area paludosa e melmosa, inospitale. I primi villaggi sorti sulle colline circostanti, nel X secolo a.C.,  usavano il futuro Foro come necropoli.

Fondazione di Roma

Circa la fondazione della città di Roma si alternano due versioni. La prima, per volontà del primo re di Roma, Romolo, nel 753 a.C. La seconda, dall’aggregazione dei numerosi villaggi in centri statuali nel periodo che va dal X secolo a.C. all’VIII secolo a.C.

E’ possibile che siano fondate entrambe le teorie. Potrebbe essere stato proprio il “leggendario” Romolo il primo aggregatore dei villaggi sul colle Palatino.

foro romano

La valle del futuro Foro Romano diventò salubre soltanto nel 600 a.C. quando il re etrusco Tarquinio Prisco ordinò di costruire la Cloaca Massima. Il tufo servì a pavimentare l’intera valle.

Un’enorme piazza di forma rettangolare serviva alle popolazioni come area di mercato e come centro politico e giudiziario della città di Roma. Prendeva così forma il Foro che sarebbe stato il cuore pulsante di Roma e dell’Occidente per oltre 1.000 anni.

Foro Romano –> Campo Vaccino –> Foro Romano

Con il passare dei secoli tutto fu sommerso e interrato fino a far diventare il Foro Romano un luogo dove far pascolare gli animali. Diventò un mercato delle vacche: Campo Vaccino. Di tale uso se ne ha notizia dal 1589. Gli scavi e la restituzione di quel che rimaneva del Foro Romano inizia solo nel XVIII secolo dopo l’occupazione di Napoleone.

foro romano

Dobbiamo ritenerci fortunati che il Foro Romano sia diventato Campo Vaccino. Altrimenti non si sarebbe conservato nulla di ciò che oggi vediamo. Nei primi anni del ‘500, infatti, il papa Giulio II distrusse edifici ancora intatti e perfettamente conservati. Per far cosa? Riutilizzare i materiali antichi come calce per le nuove costruzioni. Un vero scempio! A nulla valsero nemmeno le proteste di Michelangelo e Raffaello.

E’ utile confrontare l’area del Foro, sulla doppia pianta raffigurata qui sotto, ai tempi della Repubblica e ai tempi degli Imperatori. Da notare, ad esempio, le trasformazioni delle originarie quattro Basiliche intorno alla piazza del Foro.

foro romano

Non confondiamo, poi, i Fori Imperiali con il Foro Romano. I Fori Imperiali, dal nome stesso, sono 5 piazze enormi realizzate in un periodo di 100 anni a cavallo della nascita di Cristo (dal 46 a.C al 113 d.C.). Oggi, via dei Fori Imperiali collega piazza Venezia a il Colosseo.

foro romano

Foro Romano biglietti

Biglietto Ordinario – Intero: € 12,00 Ridotto: € 7,50
Valido due giorni consecutivi, permette un accesso al Colosseo ed uno al Foro Romano-Palatino e alle mostre in corso.
Riduzioni e gratuità secondo normativa vigente. Il biglietto può essere utilizzato entro la fine dell’anno.

Biglietto S.U.P.E.R. – Intero: € 18,00 Ridotto: € 13,50
Permette l’accesso oltre al circuito Colosseo, Palatino, Foro Romano, anche a 7 luoghi speciali. Un itinerario arricchito da videoproiezioni, lightmapping, voci narranti e nuovi supporti divulgativi.

 

Ciao! Sono il direttore responsabile di ITINERARTIS.

Ho deciso di aprire questo nuovo spazio di discussione e partecipazione per condividere con i viaggiatori più curiosi e con le Guide Abilitate, itinerari, tour, mostre, luoghi di interesse, storie dai territori e curiosità culturali.

ciro.borrelli@cicerogo.comredazione.itinerartis@cicerogo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato