Fontana greca Gallipoli

fontana greca gallipoli
Fontana greca a Gallipoli. A guardarla non sembra bellissima. Abbiamo in Italia ben altre fontane artistiche, ma l’antica fontana Greca ha un fascino determinato dalla sua storia.

Fontana greca Gallipoli : la più antica d’Italia?

Diversi storici dell’arte antica condividono la datazione: III secolo a. C. Tale datazione renderebbe così la Fontana greca di Gallipoli la più antica d’Italia.

fontana greca gallipoli

Altri storici sostengono che la realizzazione de la fontana antica risalga al periodo rinascimentale. Proprio nella zona delle antiche terme, oggi denominata “Fontanelle”.

Attualmente, invece, la fontana greca a Gallipoli è nei pressi del ponte secentesco. Proprio dove finisce il corso Roma e comincia la zona pedonale di piazza Aldo Moro.

fontana greca gallipoli

Forse la verità sta nel fatto che la fontana aveva un grosso valore per gli abitanti di Gallipoli. Tanto che è stata smontata e rimontata diverse volte nei secoli. La fontana antica costituisce quasi l’identità della cittadina, nonostante abbia stazionato in diversi posti. E’ tra le fontane più famose d’Italia.

Fontana greca Gallipoli : le due facciate

In origine la struttura della fontana era costituita soltanto dalla facciata che mostra le antiche sculture, quella che oggi è rivolta verso scirocco.

fontana greca gallipoli

Solo nel 1765 il Comune fece  costruire una facciata opposta. La fontana greca di Gallipoli, intorno alla metà del XVI° secolo, era presso la chiesa di San Nicola (attualmente inesistente). Lo spostamento, probabilmente, avvenne a causa dell’erosione dovuta alla vicinanza con la costa. Rimase lì fino al 1560 per essere nuovamente smontata e ricostruita di fronte al Rivellino, luogo dove attualmente possiamo ammirarla.

fontana greca gallipoli

Fu nel 1765 che il Comune incaricò la costruzione di una facciata opposta a quella esistente in modo che facesse da sostegno. Sulla facciata principale, infatti, sono scolpite scene di carattere mitologico. Quella retrostante, invece, oltre allo stemma di Gallipoli, presenta le insegne del sovrano Carlo III di Borbone.

Fontana greca Gallipoli : l’abbeveratoio

La contraddizione della bellissima fontana greca di Gallipoli è che alla sua base c’è un abbeveratoio. Avete capito bene alla sua base c’e un abbeveratoio dove in passato si dissetavano gli animali.

fontana greca gallipoli

Inoltre, negli anni ’50 del secolo scorso, veniva prelevata l’acqua per riempire delle piccole botti che servivano per trasportare su un carretto trainato da un asino l’acqua nelle case. Nelle case della città vecchia non vi era ancora l’acqua corrente.

In effetti, si pagava il servizio del trasporto e non l’acqua, che si poteva prendere liberamente alla Fontana Greca di Galllipoli.

Fontana greca Gallipoli : Dove si trova

Piazza Aldo Moro (largo Canneto) – 73014 – Gallipoli (LE)

Storica dell’arte, autrice di diverse pubblicazioni in materia di beni culturali, ha una lunga esperienza nella gestione dei patrimoni culturali di diverse istituzioni pubbliche e private nonché nel coordinamento delle attività di fondazioni e centri studi e ricerche

candida.carrino@cicerogo.com – redazione.itinerartis@cicerogo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato