Oh che bel castello, marcondirondirondello

castello carovigno mura esterne
Posted by Candida Carrino Category: Posti da visitare Tag: ,

 

Il girotondo oggi lo facciamo intorno al castello di Carovigno ad Ostuni in provincia di Brindisi.

D’estate il mare è l’attrazione più immediata e quello di Ostuni è una meta eccellente, ma perché non rinunciare per un giorno all’acqua cristallina per scoprire uno di quei tanti piccoli tesori che l’Italia nasconde?

A pochi chilometri i Normanni ci hanno lasciato in eredità lo splendido Castello di Carovigno, sorto a scopo difensivo su di un promontorio che domina l’intera fascia costiera.

Castello di Carovigno. Un po’ di storia

Il castello di Carovigno si presenta oggi ampliato e trasformato in residenza dalle nobili famiglie che ne furono feudatarie. I Sambiasi, i Del Balzo-Orsini, i principi D’Aragona, i Palagano, gli Albrizio. Ancora, i Serra, i Belprato Marchese. Fino all’ultimo restauro avvenuto nei primi anni del 1900, per volontà dell’ammiraglio Alfredo Dentice di Frasso e della moglie, la contessa Elisabetta Schlippenbach.

castello di carovigno

Si racconta che Alfredo, “uomo di mondo” fosso stato travolto da un amore folle per Elisabetta, donna di raffinata cultura. Proprio alla personalità particolarmente spiccata della donna si deve quell’atmosfera neogotica e nordeuropea che oggi conserva il castello.

Castello di Carovigno. La struttura

Appena si entra si rimane incantati dal cortile con la torre quadrata del 1100 costruita da Boemondo di Taranto il Normanno. Il giardino con la loggia e i suoi alberi africani, infatti, soprattutto le infiorescenze lussureggianti della fitolacca, trasmette un fascino insolito nelle sere d’estate.

castello di carovigno

E poi un gioco di cortili, scaloni, ampie arcate, finestre, terrazzi e merlature che riescono a suggestionare anche il visitatore più disincantato.

Castello di Carovigno. Gli interni

L’interno è tutto un susseguirsi di saloni con maestosi camini e mobili antichi. Tanto suggestivi che la regista Cristina Comencini lo ha utilizzato come location per girare alcune scene del suo film “Latin lover” con Virna Lisi, Angela Finocchiaro, Valeria Bruni Tedeschi, Marisa Paredes e Candela Peña.

castello di carovigno interni

Il piano interrato del Castello di Carovigno accoglie sette grandi ambienti adibiti un tempo a deposito, neviere, cantine e carceri, uno dei quali ospita la Mostra permanente delle tradizioni popolari.

Oggi il castello di Carovigno è uno dei centri culturali tra i più prestigiosi della Provincia. Tutto il piano nobile ospita regolarmente delle mostre di artisti internazionali e degli eventi di natura congressuale o di interesse storico.

castello di carovigno esterni

Vuoi essere accompagnato da una guida esperta e cordiale alla scoperta di questo luogo incantato? E’ arrivato il momento giusto per regalarsi un tour del castello con la guida abilitata di CiceroGO  Tonia Barillà

E una volta fuori dal castello ci si immerge nel centro storico di Carovigno. Sviluppatosi proprio secondo la struttura urbanistica dei borghi medievali con piccole strade, porte d’ingresso alla città e cinta murarie: una piccola perla ai confini col Salento.

Storica dell’arte, autrice di diverse pubblicazioni in materia di beni culturali, ha una lunga esperienza nella gestione dei patrimoni culturali di diverse istituzioni pubbliche e private nonché nel coordinamento delle attività di fondazioni e centri studi e ricerche

candida.carrino@cicerogo.com – redazione.itinerartis@cicerogo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato