Musei d’impresa in Italia

musei d'impresa logo
Posted by Candida Carrino Category: Musei Tag:
I Musei d’impresa italiani: dalla liquirizia Amarelli alle erbe della Aboca, dal caffè Lavazza alle rosse Ferrari le imprese investono nello storytelling del brand.

I Musei d’impresa : le radici nell’identità

Le aziende storiche italiane si raccontano attraverso i loro musei. Nella maggior parte dei casi sono luoghi ad ingresso gratuito. Sorgono in zone già connotate da presenze museali più importanti e possono diventare una tappa, a volte sorprendentemente interessante, dell’itinerario turistico stabilito.

musei d'impresa nuvola di parole

Ma come nascono i Musei d’impresa?

Spesso una gran quantità di materiale eterogeneo, oggetti, documenti, filmati pubblicitari, conservato in magazzini, si è imposto all’attenzione delle maestranze come memoria di realtà straordinarie.

L’Italia del Dopoguerra, in pochissimi anni, attraverso uno sforzo ricostruttivo, vide la creazione o il consolidamento di piccole e medie industrie, che sono ancora oggi il motore della nostra economia.

La caratteristica era la grande capacità dei nostri tecnici di creare prodotti di qualità sia per la loro avanguardia meccanica sia per il design.

Non si poteva consentire che un materiale tanto prezioso come testimonianza di storie incredibili da raccontare andasse disperso.

I Musei d’impresa : storytelling del brand

Così via via, in una sorta di emulazione sono nati dei musei aziendali, piccoli scrigni di una storia che non può essere dimenticata, anch’essa storia del nostro paese. Oggi, la competizione sul mercato globale di un’azienda passa anche attraverso i propri valori identitari e il museo aziendale li mette in luce più di ogni altro racconto.

musei d'impresa rendering museo ferrari

E’ il Made in Italy che si racconta, senza filtri, in maniera viva e attiva. Il Made in Italy che ci rende riconosciuti e riconoscibili in tutto il mondo e che ci riempie di orgoglio allo stesso modo in cui ci sentiamo discendenti di Giotto, Leonardo, Michelangelo.

I Musei d’impresa : la rete

Nel 2001 a Milano per iniziativa di Assolombarda e Confindustria è nata Museimpresa – Associazione Italiana Archivi e Musei d’Impresa – con l’obiettivo di individuare, promuovere e mettere in rete le imprese che hanno scelto di privilegiare il proprio patrimonio culturale all’interno delle proprie strategie di comunicazione. Attualmente gli associati sono 63, ma le realtà museali di derivazione aziendale costituite nel nostro Paese sono molte di più.

Come è noto il “Turismo Industriale” ormai è una realtà consolidata nel nostro Paese. Infatti, grazie ad un accordo tra il Ministero dei beni Culturali e il presidente di Museimpresa è stato riconosciuto il ruolo culturale e sociale dei musei dell’imprese, inserendoli nella rete nazionale dei luoghi d’arte. Attraverso gli oggetti e i documenti custoditi in questi luoghi si raccontano storie inedite che ci parlano di persone, lavoro, cultura e innovazione.

I Musei d’Impresa : 10 proposte

Questa selezione, che qui si propone, tra i più interessanti e curiosi musei d’impresa possono senza dubbio ispirarvi un’uscita fuori porta.

Dunque, non rinunciate ad una visita ad uno di questi Musei d’impresa italiani relativi alle nostre eccellenze del made in Italy:

Liquirizia “Giorgio Amarelli” a Rossano Calabro

Museo della Seta a Como

Aboca Museum a Sansepolcro

Birra Peroni a Roma

Lavazza a Torino

Ferrari a Maranello

Orologi da Torre a Savona

Riso e Mondine a Vercelli

Occhiale a Belluno

Storica dell’arte, autrice di diverse pubblicazioni in materia di beni culturali, ha una lunga esperienza nella gestione dei patrimoni culturali di diverse istituzioni pubbliche e private nonché nel coordinamento delle attività di fondazioni e centri studi e ricerche

candida.carrino@cicerogo.com – redazione.itinerartis@cicerogo.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato